Seguici su

Hi, what are you looking for?

Total Football Italia

L'analisi

Analisi Juventus-Atalanta: il tiro da fuori area

Un’analisi dei due gol da fuori area della partita e alcuni esempi pratici su come allenare il tiro nelle categorie giovanili.

Abbiamo assistito ieri ad una bella partita tra Juventus ed Atalanta: una gara intensa, ricca di occasioni e giocate individuali di alto livello. In particolare, ci sono stati due bellissimi gol: un tiro a giro da fuori area di Federico Chiesa per la Juventus ed una staffilata dal limite di Remo Freuler per l’Atalanta. Due gol splendidi con un minimo comun denominatore: entrambe le conclusioni sono arrivate da fuori area.

Il tiro da fuori area, quando finisce la sua corsa in rete, è sempre un gol scenografico, che esalta il pubblico e crea spettacolo. Tuttavia i gol da fuori area non sono così frequenti: per realizzare un gol così ci vuole grande qualità tecnica, ottima coordinazione e una buona potenza di calcio.

Analizzando i due gol della partita, tuttavia, si nota un aspetto determinante: la perfetta preparazione al tiro, in particolare l’ultimo e decisivo tocco prima della conclusione.

Il primo gol è quello di Federico Chiesa. L’esterno juventino riceve e affronta il difensore dentro il campo sul centro-sinistra. Con un tocco di esterno lo dribbla, senza però superarlo del tutto. Essendo ancora pressato e avendo la palla sul piede destro si prepara già l’idea di conclusione: un tiro a giro sul primo palo. Pertanto, per calciare in questo modo, esegue un tocco di interno destro che gli permette di calciare perfettamente a giro con potenza sul palo più vicino, con una traiettoria che si allontana dal portiere.

Il secondo gol è quello di Remo Freuler. Dopo una serie di scivolate e contrasti, la palla arriva al centrocampista svizzero che può puntare frontalmente Bonucci. Il difensore juventino lo invita ad andare sul destro, probabilmente non pensando che potesse calciare. Freuler invece esegue due tocchi, ancora più importanti del tiro finale: una sorta di elastico, dove prima tocca la palla con l’interno del destro e subito dopo la sposta lateralmente con l’esterno. Quindi appoggia un’altra volta il piede destro per terra e quindi calcia perfettamente con l’interno-collo piede.

In entrambi i gol è stata la preparazione al tiro ad essere fondamentale: l’uso dell’interno e dell’esterno piede per preparare la conclusione. Soprattutto per i bambini, attività analitiche per preparare il tiro con attenzione possono essere fondamentali per imparare a calciare con qualità e potenza.

Esercizio 1

Il bambino parte frontale rispetto ad un ostacolato formato da tre conetti di cui uno più avanzato come nel disegno. Dopo una breve (o lunga, a seconda di come preferisce il mister) guida palla, dovrà effettuare due tocchi prima di andare alla conclusione, facendo tutto con lo stesso piede. Il primo tocco dovrà essere fatto con l’interno, velocemente quindi il secondo con l’esterno e poi calciare in porta di potenza.

La semplicità del setting e della richiesta è scelta perché tutta l’attenzione del mister e del bambino che fa l’attività deve essere rivolta al tocco della palla.

Esercizio 2

In questo secondo esercizio alleniamo il tiro a giro dopo un rientro da posizione interna. L’ostacolo sarà posto parallelo al bambino che parte in guida palla e dopo una breve (o lunga, a seconda di come preferisce il mister) guida palla, dovrà effettuare due tocchi prima di andare alla conclusione, facendo tutto con lo stesso piede. Il primo tocco dovrà essere fatto con l’esterno, quindi un secondo tocco di interno piede che allunga un po’ il pallone per permettere al giocatore di coordinarsi per calciare in porta a giro. Nel disegno il bambino calcia con il destro, all’opposto si calcia con il sinistro.

Anche qui, la semplicità del setting e della richiesta è scelta perché tutta l’attenzione del mister e del bambino che fa l’attività deve essere rivolta al tocco della palla.

Andrea Rigatuso

Potrebbe interessarti anche: “Analisi Spezia-Lazio: ricezione e orientamento del corpo”.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbero piacerti anche questi articoli

L'analisi

Per tutti gli amanti del calcio, ed in particolare del calcio inglese come me, 26 Dicembre significa Boxing Day, ovvero una giornata intera di...

Spazio Mister

Come porsi degli obiettivi può migliorare le nostre performance

Mission

Gli obiettivi della nuova piattaforma creata dal team di Total Football.

Intervista

Simone Vargiolu ci racconta cosa significa fare il preparatore dei portieri in un settore giovanile dilettantistico