Seguici su

Hi, what are you looking for?

Total Football Italia

L'analisi

Analisi Leicester – Manchester United

Per tutti gli amanti del calcio, ed in particolare del calcio inglese come me, 26 Dicembre significa Boxing Day, ovvero una giornata intera di partite del calcio d’oltremanica. Se una volta questo significava guardare partite dure, con probabili risse, lanci lunghi e tanti scontri aerei tra attaccanti e difensori, oggi vedere la Premier League vuol dire osservare allenatori all’avanguardia, con squadre ben preparate sia tecnicamente che tatticamente.

All’ora di pranzo è andata in scena Leicester-Manchester United, partita terminata sul risultato di 2-2. Una partita gradevole, ad alta intensità, tra due squadre di alta classifica che hanno provato a vincere la gara. Tante sono state le belle giocate che si potrebbero analizzare, come ad esempio il geniale assist di Bruno Fernandes in occasione dello 0-1 o il sinistro da fuori di Ashley Barnes per l’1-1, ma ciò che più mi ha colpito è stata l’azione del Manchester United in occasione del 2-1 del trequartista portoghese.

Il Manchester United si schierava inizialmente con un 1-4-2-3-1, come si dice ora, molto fluido. Infatti, osservando questa azione si nota come il centrocampista portoghese Fred scenda sulla linea dei difensori (terzo a sinistra), portando così il Manchester United a iniziare con un’impostazione a 3 e andando a creare la superiorità numerica centrale contro i due attaccanti del Leicester, con McTominay come regista.

Questa doppia superiorità numerica (4 vs 2) permette al centrale destro, Bailly, di poter superare la pressione degli attaccanti ed uscire in guida palla per poi scegliere la giocata migliore in base agli smarcamenti dei compagni, come si può vedere nel secondo fermo-immagine.

Analizzando questo fermo immagine si può vedere come il Manchester United svuoti il settore centrale, per poi riempirlo con lo smarcamento incontro della punta centrale Edinson Cavani. I due terzini (Shaw e Tuanzebe) sono alti sull’esterno; Rashford, che è passato a fare l’ala destra dopo il cambio Pogba per James, si posiziona nella cosiddetta zona di mezzo di destra, mentre Bruno Fernandes occupa quella di sinistra, con Cavani al centro. Questo posizionamento dei Red Devils obbliga così il Leicester a scalare in una sorta di 1-5-3-2, piuttosto compatto.

Occupare così le zone di campo non basta, se poi mancano contromovimenti e smarcamenti combinati o semplici. È qui che una squadra fa davvero la differenza. Mentre Rashford accenna ad allargarsi, aprendo la posizione di Evans che lo marca, Bruno Fernandes inizia un taglio verso l’interno che crea un momento di incertezza tra il suo marcatore Justin ed il centrale Fofana. È in questo momento che un esperto attaccante come l’ex Napoli e Psg, Cavani, trova il tempo (e lo spazio) giusto in cui smarcarsi per ricevere un pallone tutto sommato comodo e semplice, proprio all’interno del castello difensivo eretto dal Leicester City.

Questo terzo fermo-immagine è fondamentale affinché si possa realizzare il gol ed è qui che si vede la differenza tra un giocatore discreto e uno di valore assoluto. L’asso uruguayano, infatti, si predispone alla giocata ancora prima di ricevere palla: prende una postura perfetta che gli permette di eseguire una ricezione orientata e andare in protezione palla già orientato verso la porta (per leggere dell’importanza della postura nella ricezione ti rimandiamo all’analisi di Spezia-Lazio).

Così, grazie a tutto quello che abbiamo visto prima (posizionamento iniziale, smarcamenti combinati, postura perfetta prima di ricevere la palla) il gol è praticamente già fatto. Infatti, si è creata una voragine all’interno della difesa del Leicester, e per Cavani trovare l’assist che mette Bruno Fernandes davanti a Kasper Schmeichel è semplice.

Andrea Rigatuso

Potrebbe interessarti anche: “Analisi Juventus – Atalanta: il tiro da fuori area”.

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbero piacerti anche questi articoli

Spazio Mister

Come porsi degli obiettivi può migliorare le nostre performance

Mission

Gli obiettivi della nuova piattaforma creata dal team di Total Football.

Intervista

Simone Vargiolu ci racconta cosa significa fare il preparatore dei portieri in un settore giovanile dilettantistico

Spazio Mister

L'importanza dello smarcamento nel calcio