Seguici su

Hi, what are you looking for?

Total Football Italia

Spazio Mister

Un particolare tipo di Key Pass: il Third Pass

Chiunque da ragazzo abbia giocato a calcio, potrà ricordare con facilità questo classico rituale del lunedì mattina a scuola: il racconto della partita del weekend.

Durante questo rito, ogni ragazzo descrive ai compagni gli incredibili e mirabolanti avvenimenti della partita giocata con la rispettiva squadra il giorno precedente. Ovviamente sono racconti pieni di dettagli fantasiosi e romanzati, spesso col fine di mettersi in luce all’interno della partita.

Un mio amico che giocava terzino, e perciò difficilmente poteva raccontare di gol imparabili o di assist illuminanti, si vantava sempre di aver fatto il “passaggio prima dell’assist”. Questa affermazione portava spesso all’ironia da parte di tutti.

Eppure, come spiegato in “I passaggi non sono tutti uguali: i Key Pass”, l’operazione di attribuire ai passaggi eseguiti un peso specifico ha evidenziato l’importanza proprio del passaggio prima dell’assist: il Third Pass.

L’assist è il passaggio decisivo precedente alla realizzazione di un gol. Esso sicuramente è da considerarsi come Passaggio Chiave, in quanto apporta un contributo significativo allo sviluppo dell’azione d’attacco. Infatti, nelle valutazioni statistiche più superficiali, si considera quasi sempre solo questo passaggio nell’azione che porta al gol.

Detto questo, sempre volendo dare un peso ai singoli passaggi, c’è da porsi un quesito:

in un’azione in cui un giocatore trovi una difficile linea di passaggio per verticalizzare in zona cieca per un compagno, e questi non faccia altro che appoggiare la palla ad un altro compagno (assist) per segnare a porta vuota, quale sarebbe il passaggio più importante?

(vedi “Analisi Lille-Milan: Transizione E Ripartenza Veloce”)

L’assist in questo caso non avrebbe un grande coefficiente di difficoltà, essendo solo un appoggio laterale. Invece la giocata veramente decisiva nella dinamica dell’azione risulta essere il passaggio prima dell’assist. Proprio dalla valutazione statistica di azioni come questa (da parte di Viscidi, Gagliardi e Scarpa in collaborazione con Sics) è nata l’idea di considerare l’importanza di un passaggio particolare come il Third Pass.

Il peso in un’azione offensiva del Third Pass, oltre che per la valutazione statistica, può diventare molto importante anche in allenamento. Infatti la sua definizione porta necessariamente a ragionare, in ottica di rifinitura, considerando 3 giocatori invece di 2.

Sottovalutando l’importanza del passaggio prima dell’assist, nella proposta di un’esercitazione di rifinitura, il focus sarà sempre sull’uomo-assist e sull’uomo-gol. Invece, tenendo da conto l’importanza del Third Pass, viene alla luce anche l’importanza del terzo uomo. Questo concetto può essere sviluppato anche tramite progressioni di allenamento, che portino i giocatori stessi non considerare più solo l’assist come passaggio decisivo.

Gianluca Raspatelli

Potrebbe interessarti anche: “I key pass: come allenarli”.

Foto: nanopress.it

Clicca per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbero piacerti anche questi articoli

L'analisi

Per tutti gli amanti del calcio, ed in particolare del calcio inglese come me, 26 Dicembre significa Boxing Day, ovvero una giornata intera di...

Spazio Mister

Come porsi degli obiettivi può migliorare le nostre performance

Mission

Gli obiettivi della nuova piattaforma creata dal team di Total Football.

Intervista

Simone Vargiolu ci racconta cosa significa fare il preparatore dei portieri in un settore giovanile dilettantistico